Vertigini”. La performance di quest’anno è una vera e propria dimostrazione di lavoro. Il biennio 2020-21 è stato assai complicato: per le attività tutte, in particolare per quelle artistiche e teatrali. Durante il lungo laboratorio di arti sceniche presso la Fondazione Solidarietà e Cultura di Montalto, ci è venuta incontro una vera e propria “vertigine”. Una dispercezione stimolante di quanto ci stava succedendo. Dentro: la normalità, il lavoro, gli esercizi, la socialità (distanziata ma viva), la routine di un percorso iniziato ormai sei anni fa. Fuori: il vuoto, la paura, il pericolo, la distanza, l’insana diffidenza. Un contrasto che, seppur difficile da sintetizzare, si pone alla base di un complesso conflitto: fuori-dentro. Un ossimoro sociale che può (anzi deve) stimolare una riflessione artistica. Un contrasto che inquieta e attrae al tempo stesso. Una “vertigine” che affascina ma che mina fortemente l’equilibrio emotivo. La performance, in quest’occasione realizzata in video, si pone come sfogo a tutto ciò. Come riflessione coreografica; azioni e parole diventano baluardo effimero e tentativo di recuperare uno spazio difficile e vietato: quello della condivisione.

Clicca sul link per visualizzare il Video

<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/7O6eOV5RS6E" title="YouTube video player" frameborder="0" allow="accelerometer; autoplay; clipboard-write; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture" allowfullscreen=""></iframe>